• +39 3358117997
  • info@bimpianti.it

Satellitare

Centrale IF-IF LEM sat32

La nostra azienta ha installato in un condominio,  quindi sul  campo, la nuovissima centrale IF-IF SAT 32,  dell’Italiana LEM ELETTRONICA, fornita alla nostra azienda in anteprima, la centrale è in uscita a giorni, da Comilazio srl
Lem Elettronica s.r.l. da oltre 30 anni progetta e realizza in proprio componenti attivi e passivi per applicazioni TV terrestri e satellitari.
SAT32 un nuovo prodotto che abbiamo voluto provare per primi su ROMA,  è una centrale IF sat che permette di trasportare con un unico cavo coassiale, 32 trasponder satellitari, dei quali 25 sono necessari per la visione del pacchetto completo SKY Italia, 5 per il pacchetto TVSAT e 2 per eventuali usi futuri o per aggiungere altri trasonder di vostro interesse.

Sky service a Roma

 Per trovare lo SKY service più vicino a voi, cliccate quì.

Per  trovare un centro sky cliccate sul link sopra


 

2017 Impianti IF-IF andrebbero forse riconsiderati?

LEM SAT32 centrale IF-IF

Gli impianti multicavo offrono il grande vantaggio di essere in grado di accedere alla totalità dei trasponder trasmessi dalla posizione orbitale ricevuta dall’antenna, senza perderne nessuno, ma hanno un limite, ogni cavo può servire un solo decoder, il che, sopratutto oggi con le varie offerte MySky, che necessitano di due cavi satellite, sembra rappresentare un limite molto stringente.

Proprio per questo motivo alcuni anni fa e nata la tecnologia SCR, (Satellite Route Cable) ma se è vero che in alcuni casi la tecnica SCR risolve egregiamente questo problema, in altri, la dimensione delle scatole di derivazione, la presenza di altri multiswitch SCR o altre varie problematiche, rendono a volte inutilizzabile questa interessantissima tecnologia.

Una tecnologia che potrebbe risultare interessante è la conversione IF- IF

La logica delle 4 bande satellitari

Quanti di voi si sono chiesti il perchè, della divisione in 4 bande, della ricezione satellitare? quì cercherò di spiegarlo in un modo semplice e spero intuitivo.

I satelliti, dalle loro posizioni orbitali, ad es: HotBird a 13° EST, irradiano un numero “di canali” o più correttamente di “trasponder”, ben superiore alla quntità che possa essere trasferita tramite un comune cavo coassiale o gestita dal ricevitore, infatti anche la banda IF del ricevitore è limitata a 1200 Mhz, spazia da 950 Mhz a 2150 Mhz. La banda di trasmissione dei satelliti è invece compresa tra 10.700 Mhz e 12.750 Mhz quindi con larghezza di banda di 2.050 Mhz, questo valore inoltre, va anche raddoppiato, se si considera, che i vari trasponder vengono trasmessi con  2 polarizzazioni differenti (H orizzontale e V verticale) per evitare fenomeni di intermodulazione tra i canali. Il tutto per un totale di banda irradiata di 4.100 Mhz e cioè un valore ben 4 volte superiore alla banda di ricezione dei ricevitori satellitari, chiamata  1°IF che come già detto e compresa tra 950 Mhz e 2150 Mhz.
Per poter sintonizzare tutti i trasponder irradiati dal satellite, il convertitore LNB Low Noise Booster, ed il sistema di sintonia interno al ricevitore, dividono la banda satellitare in quattro porzioni, due orizzontali e due verticali chiamate: HL (Horizzontal Low) HH (Horizzontal High) VL  (Vertical Low) VH (Vertical High).

  1. La banda HL orizzontale bassa va da 10.700Mhz a 11.700 Mhz  +18 V
  2. La banda HH orizzontale alta va da 11.700Mhz a 12.750 Mhz  +18 V (22 khz on)
  3. La banda VL verticale bassa va da 10.700Mhz a 11.700 Mhz  +13 V
  4. La banda VH verticale alta va da 11.700Mhz a 12.750 Mhz  +13 V (22 khz on)

Quindi, un normale LNB universale, effettua queste 4 conversioni, ed il decoder tramite i comandi 13 V-18 V ed il comando  22 Khz on – off, sceglie la banda corretta.
Nel sistema satellitare centralizzato, per poter permettere a tutti gli utenti di scegliere la porzione di banda desiderata, si usa un particolare LNB chiamato HV-HV, che fornisce alla sua uscita le 4 porzioni di banda, contemporaneamente, già separate, la centrale sia essa multiswitch, SCR o IF IF provvede a distribuire i segnali in maniera corretta e compatibile con i ricevitori satellitari.

 

Osvaldo Bizzarri
Tel 3358117997
Roma

 

Tabella transponder di Sky Italia 11/10/2013

Quante volte ci siamo trovati a dover cercare su quale trasponder si trova un determinato canale di sky Italia, bene ora abbiamo una lista ordinata per canale di sky con vicino il trasponder di appartenenza, in verde sono evidenziati i canali HD aggiornata al 11/10/2013

Lista numerazione canali sky con trasponder di appartenenza

Abbiamo preparato ed aggiornato una lista dei canali sky ordinati per frequenza, completi di trasponder, simbol rate  fec e tipo di modulazione. La lista è utilissima per gli antennisti che possono facilmente capire su quale transponder è trasmesso un determinato canale.

Aggiornamento al 11/10/2013

Tabella trasponder sky italia con contenuto

Vedi anche la tabella canali DTT clicca quì

sky2010

Ecco finalmente la tabella dei transponder satellitari di sky Italia, completi di composizione analitica,

la lista è aggiornata al 11/10/2013

sono stati aggiornati i Simbol Rate dei seguenti canali:

la tabella in formato PDF è scaricabile da questo link TABELLA MUX SATELLITARI

Antenna Satellitare -Prime focus-

‘antenna prime-focus è una antenna parabolica a riflessione ricavata sezionando una sfera con un piano perpendicolare all’asse dello stesso.

Il fuoco si trova in asse con l’antenna e pertanto al centro di essa. L’LNB (low noise booster) per captare i segnali provenienti dal satellite è montato pertanto in corrispondenza del centro del disco. Commercialmente le antenne prime focus sono generalmente di diametro maggiore delle antenne offset.

Per la superficie maggiore, l’antenna prime-focus è meno sensibile a piccole irregolarità della superficie, anche se, a causa dell’angolo di apertura più piccolo, necessita di un puntamento e di un’istallazione più accurato rispetto a alle più comuni antenne offset.

Tuttavia, a causa della posizione di montaggio più orizzontale, rispetto alle antenne offset la pioggia o neve si possono raccogliere facilmente sul disco dell’antenna condizionando negativamente la ricezione dei segnali prevenienti dal satellite.

Inoltre l’LNB e i bracci di sostegno di questo coprono con la loro ombra parte del segnale che giunge dal satellite che non colpisce pertanto la superficie del riflettore.

primefocus

Bannerk

Antenna Sat “tipo” Offset

 

Un’antenna satellitare di tipo offset è un particolare tipo di antenna per la ricezione di segnali provenienti da satelliti geostazionari, e sono molto diffuse per la ricezione della televisione via satellite.

Tecnologia SCR anche per i centralizzati?

In arrivo nuove tecnologie che risolveranno molti problemi legati al collegamento di più decodificatori alla stessa parabola o allo stesso cavo sat proveniente dal multiswitch di piano evitando cosi troppi cavi indipendenti, e l’aggiunta di ulteriori moduli multiswitch che, oltre a complicare l’impianto dal punto di vista costruttivo, ne fanno lievitare i costi sia in fase di installazione, che in fase di ricerca guasto in caso di anomalie successive all’installazione.

Singificato dei parametri dei ricezione

Frequenza di riferimento. È la frequenza principale che corrisponde a quella del transponder satellitare da cui viene trasmesso il pacchetto di canali digitali.
Nei ricevitori si deve impostare ovviamente la reale frequenza di ricezione.

Polarizzazione. I canali digitali vengono trasmessi con due possibili polarizzazioni, verticale e orizzontale.
In fase di sintonia dei canali è necessario tenere conto della giusta polarizzazione deducendola dagli elenchi dei canali come quelli pubblicati mensilmente sulla nostra rivista.

Symbol rate. Semplificando, il Symbol rate esprime la velocità con la quale viene trasmesso il flusso di informazioni digitali che rappresenta le immagini e i suoni. Si tratta di un valore direttamente dipendente dalla larghezza della banda disponibile sul satellite.
Solitamente questo parametro è fornito dall’emittente e dipende dalla modalità di trasmissione SCPC Singol Channel Per Carrier oppure MCPC Multi Channel Per Carrier.
Nel primo caso si ha un singolo canale Tv digitale indipendente con un Symbol rate relativamente basso intorno a 4.000 Ks/s (migliaia di simboli al secondo), mentre nel secondo caso si hanno più canali digitali raggruppati e trasmessi come un pacchetto con un Symbol rate che solitamente è di 27500 Ks/s.

FEC. Con questo termine si intende un processo secondo cui viene aggiunta ridondanza ai dati relativi alle immagini Tv per permettere di effettuare in ricezione un’efficace correzione degli errori. Senza questo sistema ogni informazione persa avrebbe un riscontro sui singoli elementi dell’immagine televisiva.
Grazie al FEC si possono tollerare bene anche errori di grande entità. Solitamente un ricevitore digitale chiede l’impostazione del FEC in accordo con quello trasmesso dall’emittente.
Vi sono anche ricevitori che invece non richiedono di impostare il FEC in quanto sono in grado di individuare automaticamente quale rapporto utilizzare.
I FEC maggiormente utilizzati sono 2/3 e 3/4.

Impianto a singolo illuminatore

Sicuramente, fra le diverse tipologie d’impianto, quello fisso monofeed è sicuramente il più semplice e meno oneroso. Come s’intuisce dal nome “monofeed, o singolo illuminatore”, si dice quell’installazione che ci permette di ricevere il segnale dai satelliti posti in orbita geostazionaria ad un’univoca posizione orbitale.

1